News su woucher/carta del Docente di 500 euro / Indicazioni operative / Come rendicontare / FAQ

Settembre 23, 2015 Commenti disabilitati su News su woucher/carta del Docente di 500 euro / Indicazioni operative / Come rendicontare / FAQ
News su woucher/carta del Docente di 500 euro / Indicazioni operative / Come rendicontare / FAQ

NEWS Circ. n° 93 FAQ Utilizzo della Carta del Docente A. s. 2015-2016

Per l’aggiornamento e la formazione dei Docenti, un voucher annuale di 500 euro da utilizzare per l’aggiornamento professionale attraverso l’acquisto di libri, testi, strumenti digitali, iscrizione a corsi, l’ingresso a mostre ed eventi culturali. La formazione in servizio diventa obbligatoria e coerente con il Piano triennale dell’offerta formativa della scuola e con le priorità indicate dal Ministero.

Era atteso nella busta paga di Ottobre il bonus di 500 euro stanziato per la formazione dei docenti. Ma non sarà così, perché il MIUR ha fatto sapere che questi soldi saranno versati ai singoli docenti “attraverso una erogazione straordinaria, ulteriore rispetto allo stipendio, poiché non costituiscono reddito”. In altre parole: non saranno tassati. Secondo quanto rendono noto da viale Trastevere, “l’erogazione è già stata disposta e i docenti riceveranno nei prossimi giorni un cedolino aggiuntivo rispetto a quello già visualizzabile da oggi relativo allo stipendio di ottobre”. [Linkhttp://www.liceomarconipescara.gov.it/wordpress/wp-content/uploads/2014/11/Circ.-n%C2%B0-42-CARTA-DEL-DOCENTE.-INDICAZIONI-OPERATIVE.pdf]

Per gli insegnanti che non rendiconteranno secondo le modalità contenute nel Decreto l’utilizzo dei 500 euro, le somme non giustificate verranno recuperate l’anno successivo. In altre parole, chi non spenderà il fondo destinato all’aggiornamento per le finalità previste dalla normativa della Buona scuola, riceverà meno dei 500 euro annui o addirittura nulla nel 2016/2017. I 381,137 milioni stanziati dalla riforma governativa dovranno essere utilizzati per “l’acquisto di libri e di testi, anche in formato digitale, di pubblicazioni e di riviste comunque utili all’aggiornamento professionale, per l’acquisto di hardware e software, per l’iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca”. Ma potranno servire anche per iscriversi “a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale, ovvero a corsi post lauream o a master universitari inerenti al profilo professionale, per rappresentazioni teatrali e cinematografiche, per l’ingresso a musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo, nonché per iniziative coerenti con le attività individuate nell’ambito del piano dell’offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione” previsto sempre dalla normativa della Buona scuola recita il comma 121 della Legge 107. Le spese per l’aggiornamento dovranno essere rendicontate da ciascun insegnante presso le Segreterie scolastiche entro il mese di Agosto del 2016.

Ufficio Stampa MIU – Roma, 15 ottobre 2015

Bonus per la formazione dei docenti
inviate alle scuole le indicazioni operative

Inviate alle scuole le indicazioni operative sui 500 euro che, in base a quanto previsto dalla Buona Scuola, i docenti potranno utilizzare per l’acquisto di corsi e materiali per l’autoaggiornamento. La prossima settimana tutti i docenti di ruolo riceveranno la somma di 500 euro sullo stesso conto corrente sul quale viene normalmente accreditato lo stipendio in attesa della vera e propria Carta elettronica del docente che sarà attivata nel 2016.

La prossima settimana riceveranno il bonus tutti i docenti di ruolo delle scuole statali che risultavano in servizio alla data del 9 ottobre. I docenti assunti successivamente riceveranno anche loro il bonus, sempre di 500 euro, entro un mese dalla data dell’assunzione.

Come indicato dalla circolare inviata oggi, la Carta può essere utilizzata per:

  1. Acquisto di libri e di testi, anche in formato digitale, di pubblicazioni e di riviste;
  2. acquisto di hardware e di software;
  3. iscrizione a corsi per attività di aggiornamento o di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il MIUR, a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti il profilo professionale, ovvero a corsi di laurea post lauream o a master universitari inerenti al profilo professionale;
  4. rappresentazioni teatrali o cinematografiche;
  5. ingresso a musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo;
  6. iniziative coerenti con le attività individuate  nell’ambito del piano triennale dell’offerta formativa delle Istituzioni scolastiche e del Piano nazionale di formazione di cui all’art.1, comma 124, della legge n.107 del 2015.
 Allegati
Prot. 15219 del 15 ottobre 2015 Scarica

Carta docenti 500€, come e cosa rendicontare?                 Fonte: CFI

 

 

Ecco le FAQ relative alla Carta MIUR per l’aggiornamento e la formazione dei docenti di 500€, il cui decreto è stato firmato il 22 Settembre.

 Quando e come arriveranno i 500€?

Solo per quest’anno, i 500€ verranno erogati direttamente in busta paga entro il mese di ottobre 2015.

 Cosa posso acquistare con i 500€?

  1. Libri, e-book, riviste e dispense digitali
  2. Hardware e software
  3. Corsi e corsi on-line, svolti da enti qualificati/accreditati presso il MIUR
  4. Laurea, Master e corsi universitari sul proprio settore disciplinare o trasversali
  5. Teatro, cinema, musei ed eventi culturali
  6. Altre attività coerenti con piano triennale offerta formativa e Piano nazionale di formazione

Come devo rendicontare le spese?

Entro il 31/08/16 dovrò trasmettere all’amministrazione del mio Istituto la ricevuta/fattura degli acquisti effettuati che descrivano il prodotto in termini di: nome e tipologia del corso – data di acquisto – costo

Cosa succede se non rendiconto e se non utilizzo tutta la somma?

Se non spendo tutta la somma, il residuo resta nella Carta a disposizione per l’anno scolastico successivo. La somma non rendicontata viene sottratta dalle risorse della Carta.

In che modo CFIScuola mi aiuta a rendicontare?

CFIScuola mi invia la fattura del corso on-line entro 10gg dall’acquisto. La fattura contiene quanto richiesto dal MIUR:nome e tipologia del corso – data di acquisto – costo

Cosa propone CFIScuola, in qualità di ente qualificato MIUR, per il mio aggiornamento?

Mi consente di studiare on-line, ottenere l’esonero del servizio e ricevere il certificato richiesto dal MIUR:

  1. Formazione Sicurezza Certificata
  2. Formazione Linguistica Certificata A1-C1: Inglese, Francese, Tedesco, Spagnolo e Italiano stranieri
  3. Formazione Informatica Certificata: ECDL, EIPASS Teacher, ATA e LIM
  4. Preparazione Concorsi Scuola: Concorso DS e a cattedre, TFA e TFA Sostegno, DSGA.
  5. Aggiornamento professionale: BES, Il procedimento a carico del personale scolastico, Attività negoziali e acquisti sul MEPA, La mappa dei documenti organizzativi e gestionali della scuola, La pubblicità legale e pubblicazione dei documenti scolastici sul sito web
  6. Master, Corsi ed Esami Universitari: Master, Corsi di perfezionamento, Corsi di specializzazione Biennale, Esami singoli, Alta formazione

Related Posts

Comments are closed.