Lo spettacolo “Ceneri …”, di e con Jörg Grünert e Cam Lecce, per gli studenti del Liceo Marconi

Gennaio 31, 2016 Commenti disabilitati su Lo spettacolo “Ceneri …”, di e con Jörg Grünert e Cam Lecce, per gli studenti del Liceo Marconi
Lo spettacolo “Ceneri …”, di e con Jörg Grünert e Cam Lecce, per gli studenti del Liceo Marconi

Per il Giorno della Memoria l’Associazione Deposito dei segni ONLUS porta in scena a Pescara – il 2 e 3 Febbraio 2016 presso lo Spazio MATTA, coinvolgendo centinaia di studenti del Liceo statale G. Marconi –  lo spettacolo “Ceneri …”, di e con Jörg Grünert e Cam Lecce; l’installazione artistica è di Grünert, le musiche sono di Luigi Morleo. Viaggio a due voci nel sistema concentrazionario dell’economia nazista, “Ceneri …”, progetto in collaborazione con lo storico Enzo Fimani e Anpi di Pescara, va in scena da anni per “ricordare”, per demistificare il “negazionismo” storico, ma anche per far conoscere alle nuove generazioni, meglio della retorica insita nelle previste celebrazioni concernenti l’olocausto, il legame profondo inevitabilmente sussistente tra economia, politica ed orrore.

Lo spettacolo propone, si legge in una nota degli autori, «una lettura trasversale dello sterminio, riportando l’indicibile storia del nazifascismo alle sue matrici economiche e finanziarie, alla complicità con le banche e l’industria nell’ascesa del nazifascismo in Germania, seguendo il percorso, spesso sotterraneo delle burocrazie europee, dalla guerra agli anni della pacificazione. La memoria diventa così una lente che mette a fuoco il presente, le dinamiche socio-economiche del nostro sistema globalizzato odierno messo in parallelo con la memoria dello svolgimento del genocidio».

I testi inediti in italiano sono tradotti dal tedesco dall’artista Jörg Grünert, che cura il coordinamento dell’installazione artistica. L’installazione usa la metafora del treno, in cui sono presenti immagini di repertorio dei campi di concentramento. Nel corso dello spettacolo sarà incentivata la riflessione collettiva che attraverso documenti, immagini e l’attorialità scenica può mettere a fuoco l’emotività e la cognizione di ciascuno rispetto ai tragici fatti dello sterminio; ciò sarà possibile grazie alla mirabile cura della ricostruzione degli eventi che portarono alla morte milioni di esseri umani, mai da destinare all’oblio.

CENERI

Perché il riscatto del genere umano, la liberazione della città e dei territori per il coraggioso impegno pre-politico, morale di tanti che insorsero contro il nazifascismo è dovuto alla coscienza ed alla memoria.

Related Posts

Comments are closed.