Concorso “Vorrei #unmondosenzaviolenza”

Novembre 20, 2014 Commenti disabilitati su Concorso “Vorrei #unmondosenzaviolenza”
Concorso “Vorrei #unmondosenzaviolenza”

Il 25 Novembre 2014, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, l’Assessorato alle Pari Opportunità, Politiche sociali, Istruzione, Lavoro e Formazione, della Regione Abruzzo, in collaborazione con la Commissione Pari Opportunità per la realizzazione delle pari opportunità e della parità giuridica e sostanziale tra donne e uomini della Regione Abruzzo e l’Ufficio scolastico regionale per l’Abruzzo, e il patrocino dell’Ordine dei Giornalisti d’Abruzzo e del CO.Re.Com Abruzzo, promuoverà il Concorso di idee dal titolo “Vorrei #unmondosenzaviolenza” rivolto a tutti gli studenti e le studentesse delle scuole secondarie di primo e secondo grado delle istituzioni scolastiche abruzzesi.

L’Assessore regionale, Dott.ssa Marinella Sclocco, presenterà l’iniziativa, alle ore 11:00, presso il Liceo statale G. Marconi di Pescara, accolta dal Dirigente scolastico, Florideo Matricciano.

Celebrando così il 25 novembre, il Liceo statale G. Marconi di Pescara, intende evidenziare la sua peculiare e costante attività d’insegnamento – nell’ambito delle Scienze umane – per incrementare la coscienza delle nuove generazioni riguardo all’eliminazione della violenza contro le donne. Inoltre, la comunità scolastica intende così rispettare le decisioni dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite che ha istituito, con la risoluzione 54/134, una Giornata internazionale contro la violenza alle donne con lo scopo di commemorare la morte delle sorelle Mirabal uccise, appunto il 25 novembre 1960, per aver avuto la colpa, secondo le autorità del loro paese, di aver combattuto a difesa dei loro diritti e dei loro ideali contrari alla dittatura dell’epoca.

Minerva Mirabal e le sue sorelle sono state prima stuprate e poi barbaramente uccise a bastonate su mandato del locale dittatore in quanto DONNE che hanno rivendicato, come gli uomini, di opporsi alla dittatura del loro Paese. Minerva combatté tutta la vita prima per poter studiare (Legge all’Università) anche se poi le fu reso impossibile esercitare la professione di avvocato e le tre sorelle vennero uccise dopo una serie di periodi di reclusione, torture psicologiche, umiliazioni e molestie fisiche, proprio perché veniva considerato inaudito che, DA DONNE, volessero proporsi come oppositrici del regime.

Nell’ambito del Progetto, curato dal Coordinamento donne SPI CGIL Pescara e adolescenti, “La violenza è una sconfitta per tutti, per l’individuazione degli stereotipi di genere, il Liceo – per alcune Classi, gli studenti delle quali ne hanno discusso lungamente – ha proiettato proprio il film dedicato alla loro vicenda che ne ricostruisce la coraggiosa rivendicazione di genere (anche per torturare e uccidere i sistemi usati dal dittatore erano diversi a seconda che le vittime designate fossero uomini o donne); il fim è consigliato, se non visto.
Nella giornata dedicata, sarà anche illustrato – da parte dell’Assessore regionale, Dott.ssa Marinella Sclocco – un apposito PROTOCOLLO D’INTESA per l’attuazione di azioni comuni per la prevenzione e il contrasto delle discriminazioni e per le pari opportunità tra M.I.U.R., Commissione pari opportunità della Regione Abruzzo e l’Assessorato regionale alle Pari Opportunità, Politiche sociali, Istruzione, Lavoro e Formazione.

Celebrando così il 25 Novembre, il Liceo statale G. Marconi di Pescara, intende evidenziare la sua peculiare e costante attività d’insegnamento – nell’ambito della formazione erogata dall’Indirizzo di studi quinquennale delle Scienze umane – per incrementare la coscienza delle nuove generazioni riguardo all’eliminazione della violenza contro le donne.

Dal suo sorgere, il Liceo delle Scienze umane, prevede – nello stesso svolgimento delle attività curricolari interdisciplinari ed extra moenia – l’approfondimento critico sulla costruzione culturale delle identità di genere, sulla relazione tra i sessi, sugli stereotipi “femminile” e “maschile”, sui contraddittori processi emancipativi e di liberazione delle donne, sulle differenze di pensiero, di linguaggio e di comportamento socialmente rilevabili che inducono a festeggiare le differenze. Il Liceo si propone come luogo formativo di polifonia e policromia culturale, vera e propria ricchezza d’una società autenticamente accogliente in grado di promuovere l’appartenenza di tutte e tutti ad una comunità garante dei diritti e della convivenza plurale.

Nota a cura dell’UFFICIO STAMPA del Liceo statale G. Marconi di Pescara

Regione Abruzzo       Logo Marconi

Related Posts

Comments are closed.