Nomine in ruolo 2015

Luglio 11, 2015 Commenti disabilitati su Nomine in ruolo 2015
Nomine in ruolo 2015

Avviso nomine in ruolo 2015

Il testo del Decreto con il quale il Ministero darà avvio, appena pubblicato sul proprio sito e comunicato agli USR, alle assunzioni.

Si tratta delle assunzioni a tempo indeterminato del personale docente per l’anno scolastico 2015/16 sui posti vacanti per effetto delle cessazioni del personale docente (Turn-over).

Il D.M. che porta il numero n. 470 del 7 luglio 2015 è in corso di registrazione, assegna un contingente di nomine in ruolo pari a 36.627 unità di personale docente, di cui 14.747 riservato alla copertura dei posti di sostegno agli alunni con disabilità, da autorizzare con le procedure previste dall’art. 39 della legge 27 dicembre 1997, n. 449 ai fini della stipula dei contratti a tempo indeterminato per l’anno scolastico 2015/2016.

Allegato al DM anche le tabelle analitiche che evidenziano, per ciascuna provincia, la ripartizione – rispettivamente, per la scuola dell’infanzia, per la scuola primaria, per la scuola secondaria di primo e secondo grado, per il sostegno – del numero massimo di assunzioni da effettuare, nonché le istruzioni operative in ordine alle modalità di conferimento delle nomine per il personale docente.

La tabella contiene, inoltre, la ripartizione degli specifici contingenti di assunzioni da effettuare nell’ ambito delle province per le singole classi di concorso e, relativamente ai posti di sostegno, la ripartizione tra i diversi ordini di scuola nonché, per la scuola secondaria di secondo grado, tra le diverse aree disciplinari del personale docente.

Al personale beneficiario dei contratti a tempo indeterminato sarà assegnata, per l’anno scolastico 2015/16, la sede provvisoria di servizio utilizzando, ovviamente, tutte quelle a tal fine disponibili sino alla conclusione del medesimo anno scolastico. Il numero di contratti a tempo indeterminato, invece, resta, comunque, subordinato alla effettiva vacanza e disponibilità del corrispondente numero di posti nell’ organico di diritto provinciale. La sede definitiva verrà attribuita secondo i criteri e le modalità da determinare con il contratto sulla mobilità relativo all’anno scolastico 2016/2017.

La nota di strasmissione

Il Decreto

Le istruzioni operative

Contingenti per le nomine dei docenti

Il MIUR ha incontrato le organizzazioni sindacali per l’informativa sulle assunzioni a tempo indeterminato del personale docente per l’anno scolastico 2015/2016. Questo blocco di assunzioni riguarda il turn over (21.880 posti) e il sostegno stabilizzato (14.747 posti), per cui viene effettuato con le regole vigenti prima della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Legge sulla scuola, approvata dalla Camera in via definitiva.

La nota 20299 del 10 luglio 2015 con le istruzioni operative ricalca in linea di massima quella dello scorso anno ed ha in allegato il quadro delle disponibilità per i docenti, divise per regioni ed ordine di scuola.

Per le immissioni in ruolo del  personale ATA sarà necessario attendere l’esito delle trattative sindacali in corso, tese a limitare gli effetti del taglio di 2020 posti previsto dalla finanziaria del 2015.
Il personale educativo non ha avuto ancora risposte dal MEF, in merito al contingente di 46 posti dedicato a questo profilo professionale. Le organizzazioni sindacali hanno chiesto al MIUR di premere sul Ministero dell’Economia perché l’autorizzazione venga fornita al più presto.

L’informativa per il personale docente

Nella nota si confermano sostanzialmente le indicazioni fornite gli scorsi anni, anche in merito al sistema dei recuperi tra le varie procedure ed il sostegno.

Per quanto riguarda il recupero tra le varie procedure, resta confermata la ripartizione al 50% tra il concorso ordinario e le graduatorie ad esaurimento, ma il punto A2  chiarisce che non si effettua alcun recupero rispetto ai posti assegnati negli anni precedenti alle graduatorie ad esaurimento.

Le graduatorie dei concorsi del 1990 e del 1999, dopo questa fase, saranno definitivamente chiuse, mentre, per le fasi successive, continueranno ad agire quelle del concorso del 2012.
Successivamente su tutti i posti disponibili in organico di diritto non coperti dalle assunzioni “normali” (si tratta di 10.849 posti liberi già negli anni precedenti a cui si aggiungono tutti quelli non assegnati con le “normali” assunzioni) e sui posti dell’organico aggiuntivo (55.258 tra comuni e sostegno) si procederà alle assunzioni del piano straordinario.

La FLC CGIL nel suo intervento ha sottolineato come l’annuncio delle immissioni in ruolo sia un risultato importante per le migliaia di precari che attendono da anni la loro stabilizzazione, ma il contesto della legge definisce criteri incerti e punitivi per coloro che parteciperanno alle fasi successive.

Proprio per le difficoltà che i precari potranno incontrare in questa fase di transizione verso le nuove regole, abbiamo chiesto la massima trasparenza delle operazioni da parte degli USR e la massima attenzione alle regole vigenti, perché non si allunghi la lista del contenzioso legale, ma soprattutto non si ledano i diritti di chi ingiustamente “rimandato” ad una stabilizzazione successiva potrebbe trovare sedi oltremodo lontane.

 

Related Posts

Comments are closed.