PCTO (ex ASL) 2019: Modelli di Convenzione, di Patto formativo, Scheda per la valutazione dell’esperienza da parte degli studenti

Ottobre 11, 2019 Commenti disabilitati su PCTO (ex ASL) 2019: Modelli di Convenzione, di Patto formativo, Scheda per la valutazione dell’esperienza da parte degli studenti
PCTO (ex ASL) 2019: Modelli di Convenzione, di Patto formativo, Scheda per la valutazione dell’esperienza da parte degli studenti

Il Miur ha adottato, con D.M. 774 del 4/09/2019, le Linee Guida concernenti i percorsi per le competenze  trasversali e per l’orientamento (ex Alternanza Scuola-Lavoro).

Ricordiamo infatti che la Legge di Bilancio 2019 ha disposto la
ridenominazione dei percorsi di alternanza scuola lavoro in “percorsi
per le competenze trasversali e per l’orientamento” (denominati per
semplicità con l’acronimo PCTO) con una rimodulazione della durata dei
percorsi i quali, con effetti dall’esercizio finanziario 2019, sono
attuati per una durata complessiva minima:

  • non inferiore a 210 ore nel triennio terminale del percorso di studi degli istituti professionali;
  • non inferiore a 150 ore nel secondo biennio e nell’ultimo anno del percorso di studi degli istituti tecnici;
  • non inferiore a 90 ore nel secondo biennio e nel quinto anno dei licei.

La legge ha anche previsto la rimodulazione delle risorse finanziarie
assegnate a ciascuna istituzione scolastica, in misura proporzionale
alla revisione delle ore minime dei percorsi.

Pur ridenominando i percorsi, la Finanziaria 2019 fa riferimento ai
principi del d.lgs. 77/2005, confermando, quindi, quanto statuito dalla
norma in relazione alle finalità di tali percorsi, intesi come
metodologia didattica che si innesta nel curricolo scolastico e diventa
componente strutturale della formazione “al fine di incrementare le
opportunità di lavoro e le capacità di orientamento degli studenti”; le
modalità realizzative e organizzative dei percorsi (es.: convenzioni,
percorsi formativi personalizzati, criteri di gradualità e progressività
ecc.); la funzione tutoriale; i principi in tema di valutazione e
certificazione.

Inoltre, è confermata la possibilità, da parte delle istituzioni
scolastiche, di adottare le modalità realizzative dei percorsi
introdotte dalla legge 107/2015, da attuarsi anche durante il periodo di
sospensione dell’attività didattica, in impresa formativa simulata e
all’estero.

La nuova durata complessiva dei percorsi è da intendersi sempre come
limite minimo, restando immutata la possibilità, da parte
dell’istituzione scolastica, di adottare un numero di ore superiore a
detti limiti in ragione della programmazione attuata nell’ambito della
propria autonomia.

Rimangono in vigore la “Carta dei diritti e dei doveri degli
studenti” e il Registro Nazionale previsti dalla legge 107/2015,
compresi i meccanismi di individuazione delle strutture ospitanti da
parte dei dirigenti scolastici; e rimane ferma l’inclusione, tra le
modalità realizzative dei percorsi, delle esperienze di apprendistato di
1° livello, finalizzato all’acquisizione di un diploma di istruzione
secondaria superiore, in base alla disciplina introdotta dal decreto
legislativo 15 giugno 2015, n. 81, attuativo della legge 10 dicembre
2014, n. 183.

Alle Linee guida è allegata un’appendice, che comprende anche i seguenti modelli in pdf:

  • Modello di Convenzione;
  • Modello di Patto formativo;
  • Scheda per la valutazione dell’esperienza da parte degli studenti.

Per agevolare il lavoro delle scuole, vanno predisposti tre modelli in formato riscrivibile.

Related Posts

Comments are closed.