All’Università “G. D’Annunzio” il Liceo statale G. Marconi racconta il suo Erasmus +

Ottobre 17, 2019 Commenti disabilitati su All’Università “G. D’Annunzio” il Liceo statale G. Marconi racconta il suo Erasmus +
All’Università “G. D’Annunzio” il Liceo statale G. Marconi racconta il suo Erasmus +

Rendiconto sulla presenza del Liceo Marconi all’Università “G. D’Annunzio” per il Simposio organizzato dal Prof. Michael Demeter Ikonomu il 9 Ottobre 2019.

Erasmus Days: il Liceo Marconi racconta
le sue esperienze di multilinguismo all’università “G.
D’Annunzio”

Il 9 ottobre il Liceo Marconi ha partecipato al Simposio “Stimmen, Aussprache und Körper im Fremdsprachenunterricht – Voci, Pronuncia e Corpo nell’insegnamento della lingua straniera” presso l’Aula De Tomaso del Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Moderne dell’Università “G. D’Annunzio” di Chieti-Pescara. L’organizzatore del simposio, il Prof. Michael Demeter Ikonomu, insieme alle Prof.sse Barbara Delli Castelli e Maria Pia D’Angelo, hanno accolto gli ospiti provenienti da Karlsruhe, il Prof. Gérald Schlemminger, il poeta Fardi Boulouh, la prof. Andrea Kyi-Drago, e le due studentesse Dinah Kyi-Drago e Alexandra Kuprin, oltre ad una nutrita rappresentanza del Liceo Statale “G. Marconi”.

Dopo l’accoglienza del Direttore del
Dipartimento, Prof. Carlo Martinez, il simposio ha preso subito il
via. Il Prof. Schlemminger ha sottolineato l’importanza del corpo,
del suo coinvolgimento attivo, insieme all’impostazione della voce
e ad una corretta respirazione insieme al poeta Farid Boulouh, che ha
offerto esempi concreti di come questi aspetti possano togliere ansia
nell’apprendimento di una lingua straniera. Il prof. Bruno Garelli
ha successivamente presentato il progetto Erasmus + “Multilingualism
for a Sustainable Society”, considerandone le specificità:
promuovere il francese, lo spagnolo e il tedesco sviluppando lezioni
sugli obiettivi di sostenibilità dell’agenda 2030 in combinazione
con precise strategie per motivare gli studenti all’apprendimento
delle stesse. Il Liceo Marconi collabora con la scuola svedese Spyken
di Lund, l’Università di Lund, il St. Irmengard Gymnasium di
Garmisch-Partenkirchen, in Germania e l’Agrupamento
de Escolas Latino Coelho, in Portogallo. Le docenti
Rita Di Marco, Elvira Del Vecchio e Rosanna Merciaro hanno poi
illustrato esempi di lezioni e dato voce agli studenti del Liceo
Marconi direttamente coinvolti in questo Erasmus +. Le lezioni
sviluppate, ormai parte di una ricca banca dati, saranno presto rese
fruibili all’intera comunità di insegnanti delle lingue straniere
interessate, attraverso il sito web. Il progetto è avviato al suo
ultimo anno, e può vantare un ormai ricco repertorio di lezioni e
buone pratiche. Molto attento e partecipe anche il pubblico di
studenti e docenti, che ha animato la discussione con domande e
osservazioni. Sono intervenute Benedetta Rega ed Elisa Pinesich che
erano a Lamego per il francese e lo spagnolo, Greta Di Luzio e
Federica Mancini a Garmisch-Partenkirchen per spagnolo e tedesco, e
infine Michela Morelli e Catharina Impicciatore a Lund per tedesco e
spagnolo. Nel pomeriggio è inoltre intervenuto il Prof. Ottavio
Ricci, che ha illustrato le potenzialità dell’e-learning in ambito
accademico.

Gli studenti del Liceo Marconi stanno
preparando la prossima mobilità a Lamego, in novembre, per poi
accogliere nuovamente tutte le scuole coinvolte il prossimo aprile a
Pescara. La sfida è ambiziosa: tenere alto l’interesse per le
lezioni di lingua lavorando sull’obiettivo 8 dell’Agenda 2030.

Related Posts

Comments are closed.