La Classe V “C” del Liceo delle Scienze umane prosegue l’impegno nel Progetto “Respect”: in Abruzzo avviato un percorso di uguaglianza nelle scuole

Febbraio 27, 2020 Commenti disabilitati su La Classe V “C” del Liceo delle Scienze umane prosegue l’impegno nel Progetto “Respect”: in Abruzzo avviato un percorso di uguaglianza nelle scuole
La Classe V “C” del Liceo delle Scienze umane prosegue l’impegno nel Progetto “Respect”: in Abruzzo avviato un percorso di uguaglianza nelle scuole

A partire da questa settimana Felicità Pubblica si arricchisce di una nuova sezione dal titolo “Respect”.
Si tratta di un’area in cui racconteremo le fasi di un progetto che per
i prossimi mesi coinvolgerà gli studenti di Pescara e Chieti in un percorso di uguaglianza e empowerment delle donne.

L’iniziativa, promossa da Lì – Laboratorio e Innovazione in partnership con la società Oltre e l’associazione Alphaville, è stata selezionata dalla Regione Abruzzo
(Dipartimento per la salute e il welfare) nell’ambito dell’avviso
pubblico per il finanziamento di iniziative e progetti di rilevanza
regionale promossi da organizzazioni di volontariato e associazioni di
promozione sociale per la realizzazione di attività di interesse
generale di cui all’art. 5 del Codice del Terzo Settore – anno 2018.

L’obiettivo generale prescelto dai
promotori è proprio quello di raggiungere l’uguaglianza di genere e
l’empowerment (maggiore forza, autostima e consapevolezza) di tutte le
donne e le ragazze, mentre le aree prioritarie di intervento sono: la
prevenzione e il contrasto di ogni forma di violenza fisica o mentale e
la promozione di relazioni fondate sul principio di uguaglianza
sostanziale e di parità di diritti tra uomini e donne, come la
promozione della partecipazione e del protagonismo dei giovani.

«Pregiudizi e stereotipi nei ruoli di
genere condizionano pesantemente la nostra vita rendendo quasi
impossibile conseguire uguaglianza sostanziale e parità di diritti tra
uomini e donne», spiegano i promotori. «Ma donne e uomini possono e
devono concorrere a restituire a ciascuno libertà e dignità, a
conquistare la capacità di riconoscere e valorizzare le differenze, a
recuperare energie, risorse, creatività altrimenti costrette in gabbie
ormai inattuali e intollerabili. Il progetto intende avviare questo
percorso per l’uguaglianza di genere e l’empowerment di tutte le donne e
le ragazze, ma anche per l’affermazione di relazioni consapevoli e
rispettose tra donne e uomini, a partire dalle studentesse e dagli
studenti che frequentano gli ultimi anni della scuola secondaria
superiore».

Il percorso di formazione, che per l’attuale anno scolastico coinvolge il Liceo delle Scienze umane Marconi di Pescara, e gli Istituti di Istruzione Superiore Pomilio e Savoia di Chieti,
prevede lo studio dei ruoli e degli stereotipi di genere, della
violenza nelle sue diverse manifestazioni (fisica, psicologica,
economica, stalking, linguaggio), del rispetto e della valorizzazione di
se stessi e dell’altro, delle differenze reciproche.

Il progetto sarà articolato in tre fasi.

La prima avrà un
carattere introduttivo di tipo culturale e sarà dedicata a mettere a
fuoco e analizzare pregiudizi, stereotipi e luoghi comuni nei ruoli di
genere attraverso la visione di film e la lettura di libri sul tema,
anche attraverso l’incontro e il confronto diretto con gli autori.

La seconda fase sarà
dedicata all’approfondimento delle tematiche nei gruppi-classe con il
supporto degli insegnanti e di personale esperto, con particolare
riferimento all’empowerment delle ragazze. Il progetto prevede
interventi mirati che vanno dall’osservazione all’orientamento nel
contesto di gruppo fino a una vera e propria presa in carico dei ragazzi
e delle ragazze con difficoltà relazionali, di gestione dell’autostima e
a rischio di dispersione e abbandono scolastico. Si prevedono anche
attività di progettazione e di accompagnamento individuale: interventi
laboratoriali centrati sui conflitti, sui processi relazionali e sugli
skills individuali, utilizzando la metodologia della peer education, il
metodo Feuerstein, il cooperative learning e la peer mediation.

La terza e ultima fase consisterà nel sostenere le ragazze e i ragazzi nelle scelte future, attraverso un supporto di orientamento scolastico e lavorativo. Il progetto si avvarrà di un’applicazione informatica che digitalizza il processo di orientamento denominata Orienta Express. Si tratta di un percorso di orientamento digitale che guida verso le scelte scolastiche e gli sbocchi lavorativi futuri.

Link:

Related Posts

Comments are closed.