Avvio A. s. 2020/2021: nessun documento del CTS

Maggio 28, 2020 Commenti disabilitati su Avvio A. s. 2020/2021: nessun documento del CTS
Avvio A. s. 2020/2021: nessun documento del CTS

Si è svolta alle ore 10 del 26 maggio 2020 la seconda audizione (la prima si era tenuta il 12 maggio 2020) dei Sindacati scuola da parte del Comitato Tecnico Scientifico della Protezione Civile (CTS), con un punto solo all’ordine del giorno: la ripartenza delle attività didattiche a settembre 2020.

Presenti il Coordinatore del CTS dott. Miozzo, i rappresentanti
dell’Inail Nazionale e la dott. S Giovanna Boda Capo dipartimento delle
risorse umane e finanziarie del Mi l’incontro è stato introdotto da
dott. Miozzo che ha affermato l’importanza  per il Comitato di acquisire il punto di vista dei sindacati della scuola
per poter effettuare l’analisi dei rischi sanitari e definire aspetti
organizzativi legati alla ripartenza della scuola a settembre,
attraverso  l’esatta radiografia del sistema scolastico.

Anche se stiamo lentamente uscendo da una fase critica e il quadro è
ancora incerto, ha proseguito il dott. Miozzo, sarà necessario capire
cosa significhi in questa nuova fase riuscire a convivere con il virus.
In autunno, secondo le valutazioni della comunità scientifica nazionale
ed internazionale, si prevede un rialzo della fase epidemica e il Paese
dovrà confrontarsi con una situazione di cui ancora si conosce poco dal
punto di vista scientifico come non sono del tutto chiari gli effetti a
lungo termine dell’approccio terapeutico basato sul distanziamento
sociale e sull’uso delle mascherine. E’ perciò importante che dalle
audizioni come quella di oggi emergano contributi utili per predisporre linee guida da consegnare ai decisori politici, in primis al Ministero della Salute, per garantire la sicurezza degli operatori e dei giovani.

Il coordinatore del CTS ha ribadito che il percorso partecipato che
congiuntamente MI, INAIL e CTS hanno avviato con le organizzazioni
sindacali è finalizzato a garantire la tutela della sicurezza dei
lavoratori.

Con l’occasione è stato precisato che il CTS non ha elaborato alcun
documento sulla ripartenza delle scuole a settembre. Pertanto le
anticipazioni giornalistiche che sono circolate nei giorni scorsi sono
prive di qualsiasi fondamento. Il documento che sarà elaborato anche a
seguito dell’audizione sarà consegnato al Ministro della Salute e alla
Ministra dell’Istruzione che, a sua volta, ne metterà a parte i
sindacati.

Fonte: Flc Cgil

Related Posts

Comments are closed.